Marconi Solidale

GEMELLAGGIO MARCONI – BULA

Come nasce il nostro progetto

Questa iniziativa è nata quasi per caso. Durante l’estate del 2010 un docente del Liceo Marconi si è recato nella Repubblica della Guinea-Bissau per questioni umanitarie e per puro caso è passato per Bula, un grosso villaggio al centro di una zona popolata da circa 30.000 persone.

Marconi Solidale

Qui ha potuto visitare il locale liceo statale, che versava in condizioni disastrose ma soprattutto incontrare Mario Parati, un ex-allievo del nostro Liceo Marconi che ha avviato insieme ad altri collaboratori guineani, brasiliani e italiani una scuola superiore che si fa carico dell’istruzione della zona.

Questo istituto, solo liceo funzionante in un raggio di circa 40 km, è l’unico che può fornire un’istruzione superiore a migliaia di ragazzi guineani, altrimenti costretti ad affrontare spese proibitive per trasferirsi a studiare nella capitale Bissau, oppure condannati a terminare i loro studi con la scuola primaria.

L’importanza e la significatività del progetto, nonché il fatto che è seguito da un nostro ex-allievo, ci hanno spinti come Liceo Marconi ad aderire con entusiasmo alla proposta di gemellaggio e ad impegnarci per dare il nostro contributo. Il nostro impegno è stato ufficialmente riconosciuto anche dal Ministero dell’Istruzione, dall’Ufficio Scolastico della Lombardia, dalla Città Metropolitana di Milano e dal Comune di Milano/Consiglio di Zona 6, che ci hanno concesso il loro gratuito patrocinio.

Cartina Africa

Uno sguardo sul paese: la Guinea Bissau

La Repubblica della Guinea-Bissau è uno stato dell’Africa Occidentale, già colonia portoghese, divenuto indipendente nel 1973 dopo una lunga guerriglia anti-coloniale. Politicamente instabile, negli ultimi venti anni ha subito una guerra civile (1998-2000) e una serie di colpi di stato da parte dei militari, l’ultimo dei quali (2020) ha instaurato un governo ancora in carica.

Economicamente si situa tra i 12 paesi più poveri al mondo, con un PIL pro capite di circa 35 euro al mese per abitante. Alcuni dati di confronto con l’Italia, possono illustrare bene la situazione:

ItaliaGuinea-Bissau
Superficie301.340 km236.120 km2
Popolazione60.782.0001.515.000
PIL annuo per abitante33.000 €500 €
Tasso di disoccupazione13 %77 %
Pop. sotto soglia di povertà16 %57 %
Aspettativa di vita82 anni49 anni
Mortalità infantile6 bambini su 10001 bambino su 10
Popolazione denutrita0 %10 %
Bambini denutriti <5 anni0 %18 %
Percentuale di analfabeti0,8 %45 %

Il liceo di Bula

Il liceo di Bula è una realtà scolastica di istruzione superiore che serve un bacino di utenza assai vasto, popolato da circa 30.000 persone. Nello stesso complesso è presente anche un centro di formazione professionale, così da offrire ai ragazzi della zona la possibilità di seguire un percorso di educazione al lavoro oppure di proseguire gli studi per il conseguimento di un diploma o eventualmente per l’accesso ad una facoltà universitaria.

Alcuni di questi ragazzi affrontano viaggi a piedi anche di 30 km al giorno per poter seguire le lezioni, che si tengono su più turni ed in aule assai affollate. La sua presenza sul territorio è fondamentale, in quanto l’utenza è formata soprattutto da ragazzi poveri dei villaggi circostanti, che non potrebbero permettersi la spesa per frequentare le scuole nella capitale e dovrebbero quindi interrompere il loro percorso di studi alla scuola primaria.

Cosa abbiamo fatto… e cosa vogliamo ancora fare.

Credendo fermamente nel valore dell’educazione e della cultura come mezzi di promozione sociale ed economica, tutte le componenti del Liceo Marconi già dal 2010 hanno deciso di gemellarsi con il liceo guineano, con l’impegno raccogliere fondi per permettere non solo la costruzione e l’arredamento del liceo (banchi, sedie, etc…) ma anche per fornire materiale necessario per la normale vita didattica di una scuola.

Concretamente la spesa per fornire ogni singolo studente di banco, sedia, cancelleria, materiale didattico (libri e fotocopie), uniforme (obbligatoria nelle scuole guineane) ammonta a circa 50 euro all’anno. In un paese dove lo stipendio medio percepito si aggira sui 35 euro mensili e dove la disoccupazione è intorno all’80%, tale somma è proibitiva per la maggior parte degli studenti.

In dieci anni abbiamo raggiunto questi obiettivi:

  • Inviato materiale scolastico (penne, quaderni, righe, squadre) per tutti gli alunni;
  • Inviato cartine e mappe illustrative del corpo umano in portoghese per le aule;
  • Inviato una macchina fotografica digitale reflex per uso scolastico;
  • Inviato una fotocopiatrice per uso scolastico.

Tramite l’ENGIM, un’ong con la quale abbiamo stipulato un accordo per l’invio del denaro, abbiamo raccolto e spedito più di € 12.000 più altre offerte private di alcune famiglie marconiane.

Come puoi aiutare anche tu

Puoi dare un aiuto anche tu al Liceo di Bula in tanti modi:

Versa la tua offerta tramite bonifico bancario al seguente conto:

BANCA PROSSIMA – AGENZIA MILANO 05000 VIA MANZONI

IBAN IT 23 X 03359 01600 100000007422
INTESTATO A ENGIM ong

CAUSALE: donazione per il gemellaggio Marconi-Bula

Versa la tua offerta tramite bollettino postale

C/C n° 24781288
INTESTATO A ENGIM ong

CAUSALE: donazione per il gemellaggio Marconi-Bula

ENGIM è un’ong (organizzazione non governativa) riconosciuta dallo Stato italiano e come tale le offerte inviate sui suoi conti sono deducibili in sede di dichiarazione dei redditi.