Logo Marconi

una scuola aperta, un incontro formativo, per conoscere, comunicare, scegliere, crescere
PCTO (ex Alternanza scuola lavoro)

P.C.T.O. (ex alternanza scuola lavoro)

 Il Liceo si caratterizza per due approcci fondamentali, quello scientifico e quello umanistico, che concorrono alla formazione di un individuo capace di agire nella realtà con spirito critico.

L’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro viene vista come ulteriore risorsa finalizzata a sviluppare le competenze dell’agire concreto e quell’intelligenza relazionale che contribuisce a rendere uno studente, al termine del percorso liceale, conscio delle proprie potenzialità e capace di operare scelte per il futuro maggiormente consapevoli.

Il nostro Liceo ha un’esperienza pluriennale nell’ambito dell’alternanza: ha infatti scelto nel passato l’alternanza come occasione, per studenti “volontari” di quarto e quinto anno, di mettersi in gioco, di sperimentare il learning by doing, di lavorare in team in contesti diversi da quelli scolastici. Tutto ciò nasce dalla convinzione che queste esperienze favoriscano la crescita, attivino capacità/potenzialità utili ad uno studente in procinto di aprirsi al mondo esterno, ma anche a chi, in difficoltà sul piano scolastico, può trovare/ ritrovare la giusta motivazione e lo stimolo al cambiamento.

 La legge di Bilancio 2019 (art. 1 comma da 784 a 787) ha ridenominato i percorsi di alternanza, previsti dalla Legge 107/2015, in ‘percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento’ da svolgersi sempre nell’arco del secondo biennio e dell’ultimo anno per una durata non inferiore a 90 ore.

Al fine di ottimizzarne l’organizzazione, i Consigli di Classe privilegiano progetti lavorativi ed attività propedeutiche alla comprensione del mondo del lavoro che coinvolgano l’intera classe, con interventi in parte in azienda e in parte in aula tenuti da formatori aziendali e da docenti dell’Istituto.

 Le ore di alternanza vengono svolte, a seconda dei progetti, in corso d’anno, durante le pause didattiche, al termine della scuola o all’inizio della stessa.

 Cercando di rispettare, nel limite della fattibilità, le inclinazioni e le curiosità di ciascuno, il Liceo si apre al territorio, cercando opportunità “lavorative” consone alla fisionomia dei propri studenti.

 Per formare competenze di base spendibili nel mondo del lavoro, agli studenti vengono inoltre proposti:

- corsi sulla sicurezza (normativa, applicazione, rischi specifici) alla luce dell’equiparazione dell'alunno al lavoratore ai sensi dell'art. 4 c.1 lettera c del D. Leg. 81/2008;

- corsi di informatica

- corsi di lingue  per conoscere/acquisire il linguaggio specifico del mondo del lavoro, anche in occasione degli stage linguistici

- corsi di comunicazione/public speaking

Per consentire agli studenti di sviluppare la capacità di lavorare in modo autonomo e responsabile, all’interno di un team, di stimolare lo spirito di iniziativa, di affrontare e risolvere problemi, vengono offerte molteplici opportunità;  gli studenti possono:

  • svolgere attività di insegnamento e/o supporto a bambini della primaria, a studenti della secondaria di primo grado, italiani e/o stranieri presso scuole e/o associazioni del territorio;

  • mettersi al servizio di chi è in difficoltà e necessita supporto nell’organizzazione delle proprie attività;

  • indossare un camice per seguire da vicino le attività di medici ospedalieri o per affiancare i veterinari nelle cure degli animali;

  • conoscere il lavoro di back/front office, nell’ambito del recruitment, del marketing;

  • sperimentare la complessità di un’azienda;

  • svolgere attività in seno a progetti coordinati dalle Università;

  • trascorrere giornate in cascina, a diretto contatto con la produzione agricola e le attività imprenditoriali ad essa connesse;

  • sperimentare le attività relative all’organizzazione di una biblioteca, all’allestimento di mostre nei musei, all’organizzazione di eventi nel territorio;

  • svolgere attività presso studi di commercialisti e legali;

  • confrontarsi con le culture e le realtà lavorative di altri paesi durante i soggiorni all’estero.

Vengono inoltre riconosciute alcune ore nel PCTO agli studenti che svolgono attività sportive ad alto livello (nazionali, olimpiadi o che frequentano per almeno 6 mesi una scuola all'estero.

 Spetta ai singoli C.d.C. la certificazione delle competenze, quindi la valutazione delle esperienze svolte.

 

 

 



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.